2015 MéxicoBarragánTaco Roma

2015    MéxicoBarraganTaco Roma

giardino intimo semi misterioso, omaggio a l’architetto Luis Barragán

architetti José Antonio Martínez Lapeña Elías Torres

con Monica Sgandurra

Progetto della pianta rampicante di Barragán

Per il giardino intimo semi misterioso, omaggio all’architetto Luis Barragán è stata selezionata una pianta rampicante che ricoprirà le alte pareti dai colori sgargianti di questo giardino segreto.

La pianta, originaria del Messico è un ibrido cinese, la Solandra minima x “Chinensis”.

scheda botanica

Nome latino: Solandra minima x “Chinensis”

Nome comune: Piccolo Calice Cinese.

Rampicante sempreverde originario del Messico con lunghi fusti quasi lianosi che possono arrivare a lunghezze di oltre dieci metri.

Tassonomia: Della famiglia delle Solanaceae, il nome del genere rimanda a Daniel Carlsson Solander, botanico svedese discepolo di Linneo che accompagnò Joseph Banks e il capitano Cook nei viaggi botanici ed esplorativi intorno al mondo.

Il nome dato al nuovo ibrido interspecifico alla specie è invece riferito alla dimensione molto piccola del fiore, a differenza della Solandra maxima, che invece ha un fiore che a volte può essere grande quanto la testa di un umano.

Il cultivar “Chinensis”, ibrido ornamentale ampiamente distribuito nel continente asiatico e ormai naturalizzato in Occidente, è il frutto di un lungo lavoro di selezione e mutazione controllata realizzato da anonimi coltivatori cinesi ed esperti di biologia sintetica che, partendo dalla sperimentazione della plastica e dei suoi derivati, sono giunti alla creazione di nuovi ibridi di rampicati resistenti alla siccità, a tutte le malattie e adatti a tutti i climi, tipi di terreno ed esposizioni. A questi instancabili coltivatori-ibridatori orientali si deve non solo la dimensione esigua dell’abbondante e continua fioritura, ma anche il colore bianco, non comune in questo genere.

Descrizione botanica: rampicante vigoroso dalla crescita veloce, con molti fiori bianchi a forma di campanella e con foglie piccole, lucide e persistenti, un po’ gommose al tatto, disposte su lunghi tralci quasi lianosi.

Note colturali: La Solandra minima x “Chinensis” è un rampicante facilmente adattabile alle condizioni ambientali estreme, non necessita di terreno, avendo un comportamento quasi da epifita e ha bisogno di poca acqua, giusto per le operazioni di pulizia dalla polvere e dallo smog che si deposita sulle pagine fogliari.

Le foglie potrebbero però perdere nel tempo la colorazione verde brillante, cosa che si può ovviare se non si espone la pianta ai raggi diretti del sole